“27duemilaventi”

Ho percorso a lungo i tuoi deserti

inerti

assetata allucinata

d’oasi emozionanti

piedi nudi

scudi danzanti

sempre più stanchi

e tessevo e tessevo

persino la tua sabbia

labile

arida gabbia

castello instabile

per te encomiabile

per te!

testa nella sabbia

sabbia negli occhi

(per te! ma sola…)

finti fiocchi

nodi in gola

amarezza

ogni tua parola

certezza

non si schioda

presunzione

che ti annoda

-Chi si loda s’imbroda,

chi si loda s’imbroda! –


Non è stato in un baleno

ma un mi_raggio

niente meno!

un uomo blu

non sei tu

deserto ormai disertato

quanto ti ho amato.

(immagine da: Takassit Voyages)

Questa voce è stata pubblicata in Emi. Contrassegna il permalink.

6 pensieri su ““27duemilaventi”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...